GMG in Cuba!

25 Agosto 2016

Dal 28 al 31 luglio, si è realizzata la Giornata Mondiale della Gioventù qui all’Avana, in sintonia con Cracovia, per circa 1500 giovani cattolici di Cuba.

Durante il programma, il venerdì 29 luglio, è stata organizzata una “Fiera della Misericordia”, composta da diversi eventi allo stile workshop, portati avanti simultaneamente in diversi posti del centro storico dell’Avana. Tra questi, c’era uno sull’ecumenismo dal titolo “celebrando un cammino comune”, tenuto dai Giovani per un Mondo Unito.

Il gruppo della Pastorale Giovanile dell’arcidiocesi dell’Avana, ci aveva chiesto circa 3 mesi fa di animare l’evento. È la prima volta che ci fanno una proposta di questo tipo e, pensiamo, perché hanno saputo del cammino che stiamo facendo da circa un anno e mezzo con i giovani di altre Chiese.

Ccubbaaa 2

Il giorno 29 erano una ventina i giovani per un mondo unito coinvolti nel programma, tra cui alcuni della Chiesa Battista, due greco ortodossi e una giovane di una chiesa pentecostale che lavora anche con il Consiglio delle Chiese di Cuba. È stata una testimonianza forte la loro gioia, il loro “essere” mentre raccontavano esperienze vissute, una cattolica ed un protestante, un cattolico ed una protestante. Particolarmente incisivo il messaggio dell’Arte di Amare di Chiara, dato attraverso un’opera teatrale, da un gruppo di studenti della Scuola Nazionale d’Arte, attraverso cui si son dati punti-chiave per aiutare a vivere “uno stile di vita ecumenico”.

Ccubaaa3Il pubblico ruotava perché i partecipanti della GMG volevano passare nei diversi eventi della “Fiera”, ma c’è stato anche un gruppo che ha scelto di rimanere tutto il tempo della fiera della misericordia lì, seguendo il programma completo. Si è mantenuta così, in modo più o meno costante, una presenza di circa 130 persone nella chiesa in cui si svolgeva questa attività, ma non sappiamo quanti in totale siano passati. Sentiamo che tutti, chi ha partecipato e chi ha presentato o dato una testimonianza, sono rimasti più consapevoli della realtà che stiamo costruendo e della bellezza e del potenziale che siamo come cristiani uniti.

A completare l’evento c’è stata la Comunità di Taizè che ci ha guidati in un´ora di preghiera e lode comune. Si sperimentava l’allegria di dar Gloria a Dio uniti in un unico Corpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *