Il cambiamento inizia da me

15 Settembre 2017

I Giovani per un Mondo Unito del Sudafrica di ritorno dalla terza edizione del loro Campo Giovani.

I Giovani per un Mondo Unito sudafricani hanno da poco concluso l’esperienza del Campo Giovani, da loro descritta come “tre giorni di amore attivo, di unità crescente, di discussioni fruttuose e di spiritualità profonda e coinvolgente”.

Il campo, che si è tenuto a Western Cape dal 6 al 9 luglio, ha visto la partecipazione di 43 giovani, che hanno sperimentato l’arte di amare attraverso la musica, il gioco e i momenti di preghiera. Si sono impegnati in atti concreti di amore scambievole e hanno svolto attività in favore dell’ambiente, dedicandosi ad esempio alla pulizia degli spazi pubblici nella città di Warrenton.

I workshop e i momenti di approfondimento curati dai membri del Movimento dei Focolari hanno affrontato temi quali l’importanza della comunità, dell’armonia e della consapevolezza, l’accettazione della sofferenza e la necessità di andare oltre le differenze, comprese le differenze razziali.

Per molti dei partecipanti è stata la prima occasione di incontro con i Giovani per un Mondo Unito, e in tanti hanno espresso il desiderio di rimanere in contatto con il Movimento. Hanno scoperto insieme che il cambiamento inizia da ciascuno di noi, e che per cambiare il mondo bisogna prima cambiare il proprio cuore. Questa convinzione è stata il tema centrale del campo, che si è concluso con una preghiera. I giovani hanno chiesto un’unità più forte tra loro che possa esprimersi nelle loro vite individuali, in modo che ciascuno possa contribuire a costruire un Mondo Unito iniziando dalla propria comunità ristretta. Nell’impegnarsi a piantare i semi dell’Ideale dell’Unità, questi giovani portano in cuore l’appuntamento del Genfest 2018.

Aileen Carneiro

Emanuela M. Cavaleri – Traduttore

Galleria fotografica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *