Notizie dalla Settimana Mondo Unito a Tanda, Costa d’Avorio

22 Luglio 2016

Ange Daniel, un GMU, ci racconta la loro esperienza della SMU in Costa d’Avorio:

Dal 29 aprile al 1° maggio una delegazione dei Giovani per un Mondo Unito ha visitato la città di Tanda nella zona nord orientale della Costa d’Avorio. La delegazione era formata da sette persone, cinque ragazzi (Franck, Christelle, Désirée, Solange e Ange Daniel) e due adulti (Ben e Angella). Questa visita è stata fatta nel quadro delle attività della Settimana Mondo Unito in cui i GMU di tutto il mondo sono incoraggiati a fare attività per contribuire alla Fraternità universale. Quest’anno le attività della SMU sono iniziate con Tanda. In realtà questa città è piena di molti GMU che costruiscono un mondo fraterno e si sforzano di vivere la spiritualità dell’unità.

Così arriviamo a venerdì 29 aprile, abbiamo trovato una trentina di giovani felici di stare con noi. In primo luogo ci siamo incontrati, consentendo a tutti di stare insieme e abbiamo rivisto il programma da seguire. Le ragazze erano in aiuto cucina per il pasto e ciascuno di noi ha trovato qualcosa da fare per costruire l’unità. Sabato 30 dopo la messa e una buona colazione che abbiamo avuto un momento di condivisione. TandaIl primo intervento l’ha fatto l’abate Emile Aumônier sul tema dell’Unità, una bell’insegnamento. Poi c’è stata la presentazione dei GMU, di Desiree e Ange Daniel, soprattutto per proporre attività da fare. Tutti questi interventi sono stati intervallati da canti e danze. Il pomeriggio di quel giorno è stato dedicato alla visite alle giovani famiglie che non hanno potuto essere con noi per un motivo o per un altro; momenti molto forti che ci hanno anche permesso di visitare le attrazioni turistiche della città. Dopo cena è stata organizzata una festa, con coreografie di danza, teatro…

Domenica 1° maggio alla Messa ci siamo presentati a tutta la comunità. Alla fine della Messa tutti sono venuti a salutarci e a incoraggiarci a proseguire in questo percorso di unità come la ricerca dal nostro mondo. Poi un momento di condivisione su tutto quello che abbiamo vissuto nei tre giorni; tutti volevano che il tempo non si fermasse. Abbiamo assorbito la necessità di uscire, le impressioni erano piene di emozioni, fino al punto in cui alcuni hanno anche pianto.

Françoise, una pentecostale che ha trascorso tre giorni con noi ha affermato di aver imparato ad amare veramente l’altro, che ciò non si ferma e che continuiamo ad amare per sempre. Unìaltra ha detto che è stato il suo primo incontro con i GMU, ma con l’amore concreto che ha vissuto in questi giorni si è impegnata a continuare ad amare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *