Sharing with Africa: Giorno 1

28 Aprile 2014

Nairobi, eccoci! A Budapest ci siamo lasciati al grido di “Let’s bridge” e, tra i tanti ponti che abbiamo costruito da quel momento, il nostro viaggio verso il prossimo Genfest ci ha portati dall’Est Europa nel 2012 e dal Medio Oriente nel 2013 all’Africa, quest’anno, per “Sharing with Africa”.

“Sharing”, condividere: cento giovani di vari paesi del mondo (Austria, Italy, Romania, Lituania, Brasile, Argentina, Messico, India, Giordania, Terra Santa, Filippine, Rwanda,Tanzania, Nigeria, Costa d’Avorio, Sud Africa, Cameroun, Madagascar, Kenya, Uganda, Burkina Faso, Congo, Malawi, Angola) sono arrivati in Kenya per condividere dieci giorni di vita insieme, scoprendo tradizioni, cultura e valori del continente che ci ospita.

“With Africa”: è l’Africa ad accoglierci a braccia aperte, con tutte le sue sfide e difficoltà ma anche bellezze, dando ad ognuno l’opportunità di sperimentare il suo grande spirito di ospitalità, cosicché nessuno è più straniero, ma tutti ci sentiamo, in qualche modo, a casa.

L’Africa è il continente da cui è iniziata la storia dell’umanità, la nostra storia, 200.000 anni fa: discendiamo tutti da un primo gruppo di homo sapiens che poi, con le migrazioni in vari punti del mondo, ha dato vita alle diverse culture.

In questa origine comune ritroviamo le nostre radici, che ci fanno sentire tutti fratelli e sorelle. E proprio l’Africa oggi diventa una tappa del nostro ponte, che passa da Nairobi ma non si ferma: non solo 29 paesi sono presenti qui in questi giorni, ma tanti altri sono con noi tramite collegamenti internet (oggi con Nigeria, Portogallo, Cameroun, Tanzania, Congo, Brasile), facendoci sentire partecipi dei vari preparativi per la Settimana Mondo Unito.

“In questo mondo globalizzato” diceva qualcuno stamattina, “i ponti per riempire le possibili distanze tra una cultura e l’altra sono la cosa più importante; anche quando potrà sembrarvi che il ponte non vi dia stabilità, andata comunque avanti e troverete la felicità”.

Noi abbiamo accettato volentieri la sfida di costruire ponti tra di noi, sempre più numerosi, sempre più stabili.

E tu, ti unisci a noi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *